Intelligenza artificiale








DUE FETTE DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE

26 SETTEMBRE 2023

Qui un finto Carlo Clerici affetta un affettato. In realtà l'immagine è prodotta con l'Intelligenza Artificiale.

Il seminario si è tenuto il 26 settembre 2023, online, alle 21

Avrei voluto festeggiare il mio compleanno, la spada giapponese, il mio ritorno al lavoro e altro ancora ai primi di settembre. Visto che per non so quanto tempo dovrò evitare luoghi affollati l'idea di affettare culatello con gli amici, procacciato con un pellegrinaggio a Zibello, è rimandata.

Dato che in tanti mi hanno chiesto di raccontare cosa ci trovo d'interessante nell'intelligenza artificiale ho pensato di organizzare per gli amici un racconto sulle poche cose che ho capito, senza le benché minime basi di informatica.


Vi consiglio di mettervi a curiosare, se già non l'avete fatto, tra i principali software gratuiti di intelligenza artificiale raggiungibili agli indirizzi riportati di seguito. I più avventurosi potranno anche cercare le rispettive app (su Play Store per la maggior parte degli smartphone Android e su App Store per iPhone/iPad). Sarà possibile così seguire le dimostrazioni e fare esperimenti da casa già durante la "conferenza".

Bard

https://bard.google.com/?hl=it

ChatGPT3

https://chat.openai.com/?model=text-davinci-002-render-sha

Bing

https://www.bing.com/search?q=Bing+AI&showconv=1&FORM=hpcodx

Poe

https://poe.com/

Perplexity

https://www.perplexity.ai/

Anthropic claude (Questa è difficile perchè da pochi giorni l'iscrizione a Claude richiede di fornire un numero di telefono USA):

https://claude.ai/chats

COSA HO CAPITO DI CHATGPT E DI ALTRI SISTEMI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Il piacere della lettura. 

Oggi dal tablet si può non solo sfogliare virtualmente un quotidiano, ma anche godersi classici e curiosità storiche.

Procurarmi la scannerizzazione del “Coraggio nelle malattie” di Giuseppe Pasta, anni fa mi costò parecchia fatica. Per rileggerlo oggi bastano due click.

Il merito è del progetto di Mountain View, noto come Google Books, che gradualmente sta digitalizzare tutti i libri del mondo. La cosa mi aveva sempre interessato. Nato nel 2004 in collaborazione con varie istituzioni di alto livello, l'ambizioso progetto ha utilizzato da subito tecnologie avanzate di riconoscimento dei caratteri tipografici per convertire i libri scannerizzati in testo leggibile da macchine. Google ha calcolato l'esistenza di circa 130 milioni di libri unici sul pianeta, con l'obiettivo di digitalizzarne la maggior parte.

L'ambizione del progetto ha naturalmente suscitato varie critiche. Accusata di violazione di copyright, di imperialismo culturale e di costruzione di un monopolio sui libri "orfani", Google ha mantenuto la maggior parte dei dettagli del progetto sotto copertura. Solo parte dei libri è consultabile, eccetto per quelli non coperti da diritti.

Tutte le ragioni alla base di questo gigantesco progetto di Google diventano oggi più chiare alla luce dei metodi di sviluppo dell’intelligenza artificiale. Google utilizza i dati raccolti per migliorare Google Search, creando un database di informazioni esplorabile attraverso algoritmi semantici.

In effetti alcuni hanno mosso critiche sulla qualità della digitalizzazione ed è stato osservato come il sistema sembri privilegiare la quantità alla qualità. Di conseguenza, il destinatario della digitalizzazione non sembrano soltanto gli esseri umani quanto piuttosto le macchine.

Nonostante si sia appropriata di tutti i libri, Google non li ha sottratti a nessuno, portando avanti una delle più sofisticate analisi e data mining al mondo. E io, mentre prendo il caffè, me ne godo i frutti, approfondendo anche alcuni aspetti di attualità. Navigando in rete, trovo che secondo varie fonti i sistemi di intelligenza artificiale basati sull’apprendimento automatico, sarebbero stati alimentati con libri (protetti o meno da copyright), al fine di perfezionare le capacità dell’intelligenza artificiale.

Alcuni ricercatori dell’Università di Berkeley, in California, sostengono ad esempio che sia stato memorizzato un numero elevato di modelli linguistici protetti da copyright.

(Vedi articolo al link: https://arxiv.org/abs/2305.00118 ).

La mente non può non ricordare però le scene dei I tre giorni del Condor (Three Days of the Condor) un film del 1975 diretto da Sydney Pollack.

Nelle scene iniziali, a Manhattan, un gruppo di sicari irrompe in una sezione della CIA, impegnata in operazioni di OSINT, dove vengono letti e studiati libri e giornali provenienti da tutto il mondo in cerca di individui sospetti, codici segreti o trame nascoste. Tutti gli operatori vengono sterminati ad eccezione del giovane Joseph Turner, nome in codice "Condor", uscito a comprare la colazione per tutti, il quale pochi giorni prima aveva inviato ai suoi superiori un rapporto senza ricevere alcuna risposta. Comincia così una caccia all’uomo che porterà il condor alla scoperta di una parte deviata dei servizi segreti che agisce in autonomia e in clandestinità. Si tratta di un thriller spionistico di buon livello (ad esclusione della parentesi romantica tra il condor e Kathy (Faye Dunaway), con un cast importante.

I tre giorni del Condor ci rivela l’esistenza delle operazioni OSINT, spionaggio che non utilizza cifrari segreti, ma strumenti accessibili a tutti come romanzi, quotidiani e riviste, a cui l’amico Paolo Caponi ha dedicato di recente il saggio “A novel that didn't sell. An introduction to literary OSINT”.

Un mondo oscuro e poco conosciuto. 

Mi faccio tradurre da ChatGPT questo articolo pubblicato su Nature 7 luglio 2023. 

Traduzione decorosa e contenuti su cui riflettere:

Gli scienziati hanno utilizzato ChatGPT per generare un intero articolo da zero - ma è realmente valido?

Creando un sistema autonomo che forniva suggerimenti al chatbot, i ricercatori hanno prodotto un articolo che si è dimostrato fluente e accurato. Tuttavia, persistono alcune preoccupazioni. Un paio di scienziati ha realizzato un articolo di ricerca in meno di un'ora con l'ausilio di ChatGPT — uno strumento alimentato da intelligenza artificiale (IA) che può comprendere e generare testi simili a quelli umani. L'articolo si è rivelato fluente, acuto e rispettava la struttura attesa per un articolo scientifico, ma i ricercatori affermano che ci sono molte difficoltà da affrontare prima che lo strumento possa essere veramente utile.

L'obiettivo era di esplorare le capacità di ChatGPT come un 'copilota' di ricerca e stimolare il dibattito sui suoi vantaggi e svantaggi, dice Roy Kishony, un biologo e scienziato dei dati al Technion - Israel Institute of Technology a Haifa. "Abbiamo bisogno di una discussione su come possiamo ottenere i benefici con meno svantaggi", dice.

I ricercatori hanno progettato un pacchetto software che forniva automaticamente suggerimenti a ChatGPT e si basava sulle sue risposte per raffinare l'articolo nel corso del tempo. Questo sistema autonomo che trasforma i dati in articolo ha guidato il chatbot attraverso un processo passo-passo che riflette il processo scientifico, dall'esplorazione iniziale dei dati, alla stesura del codice per l'analisi dei dati e l'interpretazione dei risultati, fino alla redazione di un articolo perfettamente curato.

Per mettere alla prova il loro sistema, Kishony e il suo studente Tal Ifargan, anch'egli ricercatore presso il Technion, hanno scaricato un set di dati pubblicamente disponibile dal Behavioral Risk Factor Surveillance System dei Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie degli Stati Uniti, un database di sondaggi telefonici sulla salute. Il set di dati include informazioni raccolte da più di 250.000 persone riguardo il loro stato di diabete, il consumo di frutta e verdura, e l'attività fisica. Hanno avviato il loro sistema, e sono andati a pranzo.

Prima di tutto, il sistema ha chiesto a ChatGPT di scrivere un codice per l'esplorazione dei dati. Al suo primo tentativo, il chatbot ha generato un codice per l'esplorazione dei dati che era pieno di errori e non funzionava. Ma quando il sistema del team ha rilevato questi bug, ha automaticamente inviato nuovi suggerimenti a ChatGPT, che ha corretto il codice. Successivamente, il sistema di Kishony e Ifargan ha sollecitato ChatGPT a sviluppare un obiettivo di studio. ChatGPT ha suggerito di esplorare come l'attività fisica e la dieta influenzano il rischio di diabete. È stato quindi chiesto di creare un piano di analisi dei dati e un codice di analisi dei dati, e basandosi sull'output di questo codice, ChatGPT ha presentato i risultati: mangiare più frutta e verdura e fare esercizio fisico è collegato a un minor rischio di diabete. Con i risultati in mano, il sistema ha poi guidato ChatGPT a scrivere l'articolo. Ha aperto due conversazioni con ChatGPT. In una, lo strumento ha comunicato al chatbot che era uno scienziato e l'ha istruito a scrivere ogni sezione dell'articolo.

Il secondo ChatGPT ha assunto il ruolo di revisore che forniva feedback costruttivo sul testo generato dalla versione 'scienziata' del chatbot.

Un problema comune con gli strumenti di IA generativa è la loro tendenza a colmare le lacune inventando cose, un fenomeno noto come allucinazione. Per aiutare a risolvere la possibilità che inventasse riferimenti, il team ha permesso a ChatGPT di accedere ai motori di ricerca della letteratura in modo che potesse generare un articolo con citazioni corrette.

Alla fine del pranzo, ChatGPT aveva generato un manoscritto chiaramente scritto con un'analisi dei dati solida.

Ma l'articolo non era perfetto. Ad esempio, afferma che lo studio "colma una lacuna nella letteratura" - una frase comune negli articoli ma imprecisa in questo caso, dice Tom Hope, uno scienziato informatico presso l'Università Ebraica di Gerusalemme. Il risultato "non è qualcosa che sorprenderà gli esperti medici", dice. "Non è vicino ad essere una novità". Vantaggi e preoccupazioni Kishony si preoccupa anche del fatto che tali strumenti potrebbero facilitare pratiche disoneste da parte dei ricercatori come il P-hacking, per cui gli scienziati testano diverse ipotesi su un set di dati, ma riportano solo quelle che producono un risultato significativo. Un'altra preoccupazione è che la facilità di produrre articoli con strumenti di IA generativa potrebbe rischiare di inondare le riviste con articoli di bassa qualità, aggiunge.

Sebbene l'approccio del team da dati a articolo dimostri come gli articoli possano essere generati autonomamente, è anche specificamente progettato per creare articoli che spiegano i passaggi che ChatGPT ha seguito per arrivarci, il che significa che i ricercatori possono comprendere, verificare e replicare i metodi e i risultati, dice Kishony. Vitomir Kovanović, che sviluppa tecnologie IA per l'educazione presso l'Università del Sud Australia ad Adelaide, afferma che è necessaria una maggiore visibilità degli strumenti di IA negli articoli di ricerca. Altrimenti, sarà difficile valutare se i risultati di uno studio sono corretti, dice. "Probabilmente avremo bisogno di fare di più in futuro se produrre articoli falsi sarà così facile".

Gli strumenti di IA generativa hanno il potenziale per accelerare il processo di ricerca svolgendo compiti semplici ma che richiedono molto tempo - come scrivere riassunti e produrre codice - dice Shantanu Singh, un biologo computazionale presso il Broad Institute of MIT e Harvard a Cambridge, Massachusetts. Potrebbero essere utilizzati per generare articoli dai set di dati o per sviluppare ipotesi, dice. Ma poiché le allucinazioni e i bias sono difficili da rilevare per i ricercatori, Singh dice, "Non penso che scrivere interi articoli - almeno nel futuro prevedibile - sarà un utilizzo particolarmente valido".

Nature 619, 443-444 (2023) doi: https://doi.org/10.1038/d41586-023-02218-z



Correzione 11 Luglio 2023: 

Una versione precedente di questo articolo suggeriva che i ricercatori umani avessero guidato ChatGPT attraverso i passaggi per creare un articolo di ricerca. In realtà, lo strumento da dati a articolo sviluppato da Kishony e Ifargan ha agito come intermediario tra ChatGPT e i ricercatori. Il testo è stato corretto in diversi punti per riflettere ciò.

Aggiornamenti al 17 luglio 2023

A richiesta di molti amici pubblico un aggiornamento sulle risorse di intelligenza artificiale disponibili. In effetti sto cercando di studiarne le applicazioni e ringrazio che mi ha finora fornito segnalazioni e consigli. Il quadro è in continuo e rapido cambiamento.

Da aprile 2023 ho provato varie risorse (app per tablet e cellulare e relativi siti per PC).

Al momento ho accesso da tutti i miei dispositivi a questi sistemi: Aria (nel browser Opera), Bard, Bing (nel browser Edge), ChatGPT 3 e ChatGPT4.

Li uso tutti in versione gratuita, tranne ChatGPT per cui ho fatto l'abbonamento alla persione plus, a pagamento.


Funzioni e differenze dei diversi sistemi AI

Tutte le AI si dimostrano molto utili per funzioni come: generare riassunti, svolgere parafrasi di testi, tradurre, generare scalette ed idee.

Differenze sensibili si riscontrano nelle ricerche di notizie aggiornate:

Bing risponde in modo aggiornato, indicando anche le fonti.

Aria risponde in modo aggiornato, ma non indica le fonti.

Chat Gpt3 rimane limitato al repertorio aggiornato al 2021

ChatGPT 4 rimane limitato al repertorio aggiornato al 2021 (è attualmente sospesa la possibilità di ricerca in rete).


Esperienze sparse con altre AI

Ho scelto le AI attualmente in uso dopo aver sperimentato anche Chatsonic, Perplexiy, Merlin (l'ho cancellato perché ha una prova gratuita troppo limitata), Rytr e Vicuna.

Solo sul pul pc uso anche Monica, un’estensione di Chrome che utilizza l’API ChatGPT con funzioni di assistente personale AI. Ho però disdetto l'abbonamento il giorno dopo l'iscrizione.


Sviluppi attesi

E' da studiare l'integrazione di Google Bard con il resto del sistema Google, come Gmail e Google Docs. Chiedo di raccontarci, a chi ha esperienze di utilizzo in questo ambito.

Copilot di Windows, che consentirà l'integrazione di AI nelle principali applicazioni di Windows, è annunciato come presto in arrivo. Anche su questo tema teniamoci aggiornati.

Aggiornamenti su Bard al 14 luglio 2023

Adesso Bard, l'intelligenza artificiale di Google è disponibile anche in italiano. E' accessibile in tutta l’Unione europea e in Brasile, per un totale di 59 nuovi Paesi e territori (si aggiungono ai precedenti 180) e 40 lingue complessivamente, compresi arabo, cinese, hindi e spagnolo.

Qualche notizia giornalistica permette di capire meglio le prossime novità:: "Bard arriva in Italia, e nel resto dell’Unione europea, ma anche si arricchisce di funzioni come l’integrazione con Lens, lo strumento di Google che permette di fare ricerche partendo da un’immagine: per ora solo in lingua inglese, si potrà usare (per esempio) una foto come prompt e farsi aiutare da Bard per iniziare una conversazione o un testo partendo dal soggetto mostrato. Inizialmente solo in inglese (ma "verrà presto estesa ad altre lingue") anche la possibilità di cambiare il tono e lo stile delle risposte, in maniera simile alla funzione Magic Compose degli smartphone Pixel e qui in base a 5 opzioni diverse: semplice, lunga, corta, professionale oppure informale. Di più: si potrà riprendere la conversazione da una risposta precedente e recente, esportare codice Python in Replit e in Google Colab, Bard potrà essere usata in Gmail per rispondere a un messaggio di posta elettronica, potrà parlare e (per esempio) raccontare una favola, inventata o già nota, e anche ci sarà un pulsante Share per la condivisione sia dei singoli prompt sia delle risposte che hanno generato. Così che gli spunti ricevuti da Bard possano servire da spunti per altre persone".

Personalmente ho fatto qualche rapida prova, direi piuttosto deludente rispetto a ChatGPT, ma probabilmente occorre qualche tempo perchè il sistema vada a regime.

Il sistema intanto abbonda di dislclaimer legali, principale preoccupazione a quanto pare,, di chi si occupa di programmi di intelligenza artificiale.

Proseguiamo a sperimentare. Intanto il sistema è a disposizione gratis a questo link: https://bard.google.com/ 

Visto quanto spesso mi capita ormai di parlare con amici e colleghi del tema dell'intelligenza artificiale, ho deciso di raccogliere in una pagina del mio sito una serie di cose che penso di aver capito sull'uso di questi strumenti. Non è nulla di orginale, ma è un insieme di note e consigli trovati in rete, che ho sperimentato (e riscritto usando ChatGPT!). 


Cosa è ChatGP?

ChatGPT è un chatbot lanciato da OpenAI il 30 novembre 2022 per aiutare gli utenti a interagire in modo più semplice e fluido con GPT-3, il terzo modello di Generative Pretrained Transformer (GPT) di OpenAI rilasciato nel 2020. Si tratta di un modello di linguaggio che utilizza il deep learning per produrre testi simili a quelli umani e poter gestire varie attività come rispondere a domande e effettuare traduzioni automatiche.

Per capire come funziona Chat GPT, è opportuno comprendere la tecnologia alla base dell'elaborazione del linguaggio naturale. Il Natural Language Processing (NLP) è una branca dell'intelligenza artificiale dedicata all’interazione tra computer e linguaggio umano, in particolare alla programmazione dei computer per elaborare e analizzare le lingue naturali.

La tecnologia NLP consente a Chat GPT di comprendere i modelli e le sfumature del linguaggio umano, per generare risposte pertinenti e coerenti. Questo è possibile grazie all'uso di algoritmi di machine learning, che sono addestrati su una grande quantità di dati di testo (tra cui oltre 500 GB di dati tratti da libri, articoli, contenuti Web, conversazioni umane, ecc.) e con il  lavoro di diversi istruttori umani che hanno contribuito allo sviluppo del cosiddetto apprendimento supervisionato e apprendimento per rinforzo. L'ambiente di addestramento è stato organizzato sul cloud Azure di Microsoft.

Funzioni di Chat GPT

Assistenza automatizzata — l’algoritmo di ChatGPT riesce a generare risposte automatiche in una conversazione con un utente umano e di rispondere in modo proattivo, utilizzando un linguaggio simile a quello naturale, cosa che lo rende perfetto per fornire assistenza in modo automatizzato.

Riepilogo automatico — la sua capacità di apprendimento e comprensione del testo lo rende adatto per riassumere lunghe conversazioni e documenti autonomamente.

Traduzione automatica — può tradurre il testo di partenza in molteplici lingue in modo automatico.

Generazione di codice — può di generare script e righe di codice in diversi linguaggi di programmazione.

Generazione di testo — vista la sua capacità di generare testo in modo autonomo, può essere impiegato per redigere descrizioni di prodotti, post per social network, articoli di giornale, e-mail, copioni di video e simili. La chat GPT è in grado di generare testo di qualità umana in modo automatico, in risposta a un input o a una serie di prompt. Ad esempio, se viene fornito alla chat GPT il prompt “Scrivi un articolo sull’importanza dell’acqua per la vita umana”, la chat GPT sarà in grado di generare un articolo sull’argomento in modo automatico.

 

I prompt

I prompt sono delle istruzioni o richieste fornite alla chat GPT per generare un testo specifico. I prompt possono essere di diverse forme, come una domanda, una frase o un paragrafo di testo. Ad esempio, il prompt “Scrivi un paragrafo sui benefici dell’attività fisica per la salute” può essere utilizzato per generare un paragrafo sull’argomento specifico.

Esempi di prompt:

Scrivi un articolo sull’importanza della lettura

Scrivi un paragrafo sui benefici dell’attività fisica per la salute

Descrivi la storia di un personaggio famoso

Scrivi una poesia sull’amore

 

Generazione di email

ChatGPT permette anche di generare diverse tipologie di email a seconda delle esigenze. Indicando il grado di formalità, i contenuti e il destinatario, il programma sarà capace di scrivere un messaggio coerente e ben strutturato. 

Excel

Il software è in grado di scrivere macro utilizzabili all’interno di Excel. Nell’esempio indicato, in particolare, viene mostrato come ChatGPT abbia prodotto una macro utile per la composizione e l’invio automatico di email a determinati indirizzi (indicati all’interno del foglio Excel) e con un contenuto e un formato specifici (definiti all’interno della chat). 

 

Altre cose interessanti che è possibile fare con ChatGPT:

1. Scrivere una presentazione personalizzata

ChatGPT può tornare utile per scrivere presentazioni, ad esempio lavorative, con info adattate all’azienda e alla posizione ricercata. Lo strumento può anche tenere conto dell’esperienza e del background professionale del richiedente. Ovviamente una volta ricevuto il testo è bene revisionarlo e arricchirlo.

2. Creare chatbot personali

ChatGPT presenta funzionalità molto utili per le aziende. Ad esempio può creare chatbot per le aziende, cioè programmi per computer progettati per simulare conversazioni autonome con esseri umani.

3. Creare contenuti di marketing

 ChatGPT può creare testi per promuovere o pubblicizzare prodotti o servizi di un’azienda. Basta inserire le informazioni necessarie e una linea guida.

4. Trovare luoghi turistici da visitare

ChatGPT può offrire consigli personalizzati sui luoghi da visitare in base alla posizione e alle preferenze dell'utente. Basta indicare il tipo di luoghi desiderati e l'intelligenza artificiale genererà un elenco di luoghi interessanti nella regione. Utilizzando dati geografici e informazioni sulle attrazioni locali, ChatGPT sarà in grado di fornire consigli su misura per l'utente. 

5. Eseguire il debug di un programma per computer

ChatGPT può fornire assistenza anche per i codici, con notevoli capacità di debug del codice. 

6. Risolvere problemi di matematica

Si può inviare direttamente il problema, equazione o operazione a ChatGPT, che si occuperà di trovare la soluzione con spiegazioni dettagliate.

7.  Brainstorming

"Potresti suggerirmi delle idee per un post sul mio blog?" "Mi piacerebbe ricevere uno spunto per il tema di una festa in maschera." "Hai qualche suggerimento e la spiegazione di una ricetta asiatica per la cena di questa sera?" 


Template chat gpt articoli

Mi devi aiutare a scrivere un articolo, questi sono i parametri:

Titolo: [inserire il titolo dell'articolo]

Argomenti: [inserire una breve lista di argomenti da inserire nel'articolo separati da virgola esempio: Introduzione, Cosa è, A cosa serve, ... ]

Stile: [inserire lo stile dell'articolo, ad esempio informativo o narrativo]

Lunghezza: [inserire la lunghezza dell'articolo, ad esempio breve o lungo]

Genera un articolo tenendo conto di questi parametri.

 

Template chat gpt email

Mi devi aiutare a scrivere un email, questi sono i parametri:

Nome destinatario: [inserire il nome del destinatario]

Tono: [inserire il tono desiderato, ad esempio formale o informale]

Confidenza: [inserire il livello di confidenza desiderato, ad esempio amichevole o professionale]

Sunto del messaggio: [inserire il sunto del messaggio]

Genera una mail tenendo conto di questi parametri.

 

Template chat gpt codice

Mi devi aiutare a scrivere un codice, questi sono i parametri:

Nome della funzione: [inserire il nome della funzione]

Linguaggio di programmazione: [inserire il linguaggio di programmazione]

Input: [inserire l'input desiderato]

Output: [inserire l'output desiderato]

Genera il codice richiesto tenendo conto di questi parametri.

 

Template chat gpt per Youtube

Mi devi aiutare a trovare idee per nuovi video sul mio canale youtube, questi sono i parametri:

Argomenti principali canale: [inserire agomenti. es: Recensioni Smartphone, Recensioni Software, Video Motivazionali]

Target: [inserire tpo target pubblico. ed: età 12 anni, passione gaming ]

Stile: [inserire lo stile dei video , ad esempio informativo o narrativo se da solo o con altre persone, se a casa o in giro]

Argomenti vietati: [inserire argomenti di cui non vuoi parlare nei tuoi video]

Budget: [inserire il budget del video]

Genera una lista di idee di video per youtube tenendo conto di questi parametri.

 

Generazione di testi


Creare un chatbot che risponda alle domande degli utenti in tempo reale mentre navigano il tuo sito web. 

Scrivi questo prompt per addestrare ChatGPT "Ti scrivo un testo, poi ti farò delle domande. Tu dovrai rispondere esclusivamente in base alle informazioni che trai dal testo, usando un tono amichevole finalizzato a vendere il prodotto". 

Aspetta la risposta affermativa di ChatGPT. 

Poi inserisci il brief ossia un testo con tutte le informazioni di un prodotto che vuoi vendere.

 

Consigli per l’uso di ChatGpt

È importante essere specifici quando si chiede a ChatGPT delle informazioni. Ad esempio, se si chiede "Che cos'è il comunismo?", la risposta potrebbe essere accettabile, ma probabilmente non migliore di quella che si troverebbe su Wikipedia o Google. Al contrario, formulando una domanda più specifica come "Quali sono stati gli sviluppi importanti del comunismo francese nella prima metà del XX secolo?", ChatGPT sarà in grado di fornire una risposta più approfondita. Questo tipo di domanda è difficile da rispondere utilizzando solo Google e Wikipedia.

ChatGPT sarà ancora più efficace se gli si fanno domande successive per approfondire o spiegare punti specifici. Si possono chiedere informazioni sui marxisti francesi specifici menzionati, su cosa facevano e su come si differenziavano dai loro omologhi tedeschi.

ChatGPT eccelle nel "confronto e nella contrapposizione". Per ottenere risultati ottimali, è importante fornire indicazioni chiare. La formulazione della domanda stabilisce l'atmosfera, il tono e il livello intellettuale desiderati per la risposta.

Un altro modo per migliorare le capacità di ChatGPT è quello di richiedere risposte in terza persona. Ad esempio, invece di chiedere "Quali sono i costi dell'inflazione?", si potrebbe chiedere: "Quali sono i costi dell'inflazione? Rispondi utilizzando le idee di Milton Friedman". In questo modo, si ottengono risposte più interessanti e specifiche.

Microsoft ha integrato la tecnologia di OpenAI anche nel proprio browser web, Edge, creando una sorta di assistente di scrittura potenziato. Gli utenti possono aprire un pannello in Edge, digitare un argomento generico e ottenere un paragrafo, un post sul blog, un'e-mail o un elenco di idee generati dall'intelligenza artificiale. È possibile selezionare uno dei cinque toni disponibili (professionale, informale, informativo, entusiasta o divertente). I contenuti generati possono essere copiati direttamente in un browser web, un'applicazione di social media o un client di posta elettronica.

Gli utenti possono anche chattare con l'IA integrata in Edge su qualsiasi sito web stianno visitando, chiedendo riassunti o informazioni aggiuntive. Durante una dimostrazione impressionante, un dirigente di Microsoft ha navigato sul sito web di Gap, ha aperto un file PDF con i risultati finanziari trimestrali più recenti dell'azienda e ha chiesto a Edge di riassumere i dati principali e di creare una tabella di confronto con i risultati finanziari più recenti di un'altra azienda di abbigliamento, Lululemon. L'IA ha eseguito entrambe le richieste quasi istantaneamente.


Generatore di password

Stanco di dover creare una nuova password ogni volta che ti registri a un nuovo account? Nessun problema, l'IA può aiutarti! Basta fornire il comando e otterrai istantaneamente tutte le password sicure che desideri. Puoi anche specificare i parametri che preferisci.

Un'applicazione interessante riguarda la generazione di domini. Derivata direttamente dal settore delle password, ChatGPT è anche utile per generare nomi di dominio. Anche con un solo parametro, l'algoritmo dimostra le sue potenzialità. È possibile richiedere la creazione di domini basandosi su un singolo dato come il tipo di attività. Inserendo semplicemente il nome del prodotto di un'azienda, ChatGPT sarà in grado di offrire diversi link e nomi da acquistare come dominio personale.


Prompt per creare una tabella con ChatGPT

Efficenza di ChatPer nella creazione di tabelle che siano riassuntive o di confronto. Il comando per chiedere a ChatGPT di creare una tabella è una frase del tipo “Crea una tabella con i seguenti dati: [inserisci i dati qui]”. In alternativa, potete anche utilizzare una frase come “Genera una tabella per me con i seguenti dati: [inserisci i dati qui]” per ottenere un risultato molto buono. Resterete stupiti dalla “creatività” di ChatGPT nella creazione di tabelle.

 

Prompt per dire a ChatGPT di correggere una bozza

Per chiedere a ChatGPT di correggere una bozza, potete utilizzare una frase del tipo “Correggi questa bozza per favore” oppure “Fammi vedere cosa c’è da correggere in questa bozza” . In entrambi i casi ChatGPT vi sarà di grandissimo aiuto nel correggere la bozza specifica che gli avete indicato (ovviamente copiando e incollando la bozza da correggere all’interno di ChatGTP).

 

Prompt per stilare un contratto con ChatGPT

Per richiedere a ChatGPT di stilare un nuovo contratto, è sufficiente utilizzare una frase come "Vorrei creare un contratto per [specificare i dettagli del contratto]" o "Mi servirebbe un contratto generato per [specificare i dettagli del contratto]". ChatGPT sarà in grado di generare un contratto basato sulle specifiche che gli avrete fornito. Tuttavia, è importante tenere presente che ChatGPT non è un avvocato e può fornire solo esempi generici di contrattualistica. Per questioni più complesse, è sempre consigliabile consultare un avvocato.


Prompt per ricevere buone idee da ChatGPT

ChatGPT non può creare contenuti originali senza la collaborazione essenziale dell'essere umano. La creazione di contenuti è un compito in cui nulla può sostituire la mente funzionante di una persona. Tuttavia, come illustrato nel video, ChatGPT può essere considerata un'assistente altamente competente, quasi onnisciente e certamente molto disponibile. Per ottenere delle idee utili da ChatGPT, è possibile utilizzare frasi come "Vorrei delle idee per [specificare l'argomento]" o "Genera delle idee creative per [specificare l'argomento]". Anche comandi come "Mostrami nuove idee per [specificare l'argomento]" o "Proponi alcune idee per [specificare l'argomento]" sono validi per ChatGPT. In ogni caso, ChatGPT sarà in grado di aiutarti a generare idee sull'argomento specifico che gli hai indicato. 


Prompt ChatGPT per creare ricette originali

ChatGPT è un valido consulente per la pianificazione del proprio regime alimentare. Con i giusti comandi, ChatGPT può fornire ricette originali e creative. Basta semplicemente indicare ciò che si ha nel frigorifero. Per chiedere a ChatGPT di creare delle ricette, puoi utilizzare comandi come "Crea ricette per [nomi dei piatti]" o "Forniscimi ricette per [nomi dei piatti]". Come accennato in precedenza, puoi anche chiedere a ChatGPT di generare una ricetta in base agli ingredienti che hai a disposizione, utilizzando un comando come "Genera ricette per [nomi dei piatti] utilizzando [ingredienti specifici]" per ottenere ricette basate sugli ingredienti specifici che hai indicato. 


Limiti di Chat GPT

Nonostante ChatGPT venga addestrata su una vasta quantità di dati testuali, non possiede una comprensione intrinseca del mondo reale. Pertanto, può avere difficoltà a comprendere il contesto di una conversazione o le sfumature del linguaggio umano. Questo può portare a risposte imprecise o irrilevanti. Inoltre, potrebbe non essere in grado di fare inferenze o comprendere espressioni idiomatiche basate sulla conoscenza del buon senso.

Un'altra limitazione significativa di ChatGPT è la sua mancanza di consapevolezza degli eventi attuali. Poiché non è a conoscenza di contenuti creati dopo il 2021, potrebbe non essere utile per coloro che necessitano di contenuti aggiornati e freschi.

Inoltre, ChatGPT si dimostra più efficace nel fornire risposte specifiche basate su fatti concreti, ma può incontrare difficoltà nel gestire domande a risposta aperta o concetti astratti. Ciò può limitarne l'utilità in determinate situazioni, come la scrittura creativa o il supporto emotivo.

Un elemento chiave per il successo di una conversazione con ChatGPT è la qualità dei prompt utilizzati per iniziare e guidare la conversazione. Prompt ben definiti contribuiscono a mantenere la conversazione focalizzata su un argomento specifico e soddisfare gli interessi dell'utente. Al contrario, prompt poco chiari o vaghi possono causare confusione e mancanza di direzione, compromettendo l'esperienza complessiva e i risultati ottenuti.


Agisci come…” Tecnica efficace per generare un prompt

Una delle strategie più efficaci per creare prompt coinvolgenti con ChatGPT è l'approccio "assumere un ruolo" o "interpretare un personaggio". Questo metodo implica l'utilizzo della frase "agisci come" nel prompt per istruire ChatGPT a assumere un ruolo o un personaggio specifico durante la conversazione. Questa tecnica può essere particolarmente utile per creare dialoghi efficaci o simulare scenari realistici.

Ad esempio, puoi utilizzare l'approccio "agisci come" per chiedere a ChatGPT di "interpretare il ruolo di un agente di viaggio" e fornire consigli sulle destinazioni di vacanza in base alle preferenze dell'utente. Oppure potresti chiedere a ChatGPT di "agire come un detective" per risolvere un caso criminale immaginario. Le possibilità sono infinite e l'approccio "agisci come" può essere uno strumento potente per creare conversazioni coinvolgenti e utili con ChatGPT.

Per utilizzare l'approccio "agisci come", basta includere la frase "agisci come" seguita da una descrizione del ruolo o del personaggio che desideri che ChatGPT assuma durante la conversazione. Ad esempio: "Vorrei che tu agissi come un esperto agente di viaggio. Potresti suggerirmi alcune destinazioni per le vacanze in base alle mie preferenze?"

Sfruttando l'approccio "agisci come", puoi creare conversazioni coinvolgenti con ChatGPT che si adattano agli interessi e alle esigenze specifiche dell'utente.


Esploriamo un esempio pratico per illustrare l'utilizzo dell'approccio "agisci come":

"Immedesimiamoci in una console JavaScript." Con questa frase, utilizziamo l'approccio "agisci come" per istruire ChatGPT a interpretare il ruolo di una console JavaScript durante la conversazione.

"Io inserirò dei comandi e tu risponderai con l'output che ci si aspetterebbe dalla console Python." Questa frase spiega il ruolo dell'utente nella conversazione e il compito di ChatGPT nel rispondere ai comandi inseriti dall'utente, fornendo l'output che ci si aspetterebbe dalla console Python.

"Il tuo compito è rispondere solamente con l'output del terminale, all'interno di un blocco di codice, senza ulteriori informazioni." Con questa frase, forniamo ulteriori istruzioni a ChatGPT, specificando che deve rispondere solo con l'output del terminale racchiuso in un blocco di codice e non deve includere altre spiegazioni o contenuti nelle risposte.

"Evita di fornire spiegazioni." Questa frase ribadisce l'istruzione precedente e sottolinea che ChatGPT non deve fornire spiegazioni nelle sue risposte.

"Scrivi comandi solo se richiesto." Con questa frase, forniamo ulteriori istruzioni a ChatGPT, specificando che non deve inserire comandi a meno che non venga richiesto dall'utente.

"Quando devo comunicarti qualcosa in italiano, userò parentesi graffe {come queste}." Con questa frase, forniamo all'utente le istruzioni per comunicare con ChatGPT in italiano, utilizzando le parentesi graffe per racchiudere il testo.

"Il primo comando che desidero eseguire è print('Ciao a tutti!')." Questa frase indica il primo comando del prompt, che ChatGPT eseguirà come primo passo.

Sfruttando l'approccio "agisci come" e seguendo queste istruzioni, puoi interagire con ChatGPT come se stessi utilizzando una console JavaScript, ottenendo risposte basate sugli input inseriti e simili a ciò che ci si aspetterebbe da una console Python.


Chat educativa


Chat di marketing

Potete fornirmi qualche idea per i post del blog sulla disiscrizione dalle e-mail?

Ricerca di mercato sul cloruro di sodio in Francia

Sei uno specialista SEO. Crea 5 articoli per la parola chiave "Chat Bot".

Come potete promuovere il vostro blog senza spese? Scrivete cinque idee.

Create un post standard del CEO su LinkedIn.

Qual è il miglior canale di marketing?

Come posso ottenere backlink di alta qualità per aumentare il SEO del mio sito web?

Creare 5 messaggi e pulsanti CTA distinti per il negozio di biciclette.

Vi prego di fornirmi un elenco dei migliori titoli di blog SEO per un sito web che vende accessori per cani.

 

Cosa si può fare con ChatGpt?

Puoi utilizzare l'IA per scrivere saggi, racconti, poesie e persino testi inediti di canzoni. Inoltre, puoi dialogare con l'IA per cercare idee brillanti, ottenere informazioni su luoghi da visitare o scoprire podcast interessanti da ascoltare. Tieni presente che, talvolta, l'IA potrebbe fornire link immaginari che non esistono, quindi fai attenzione.


Come si usa ChatGpt?

Chiunque può utilizzare l'IA digitando una domanda o una frase in linguaggio naturale. L'IA sarà in grado di elaborare e analizzare la richiesta, fornendo una risposta personalizzata che, nella maggior parte dei casi, sarà adeguata alla domanda posta.

Una volta ricevuta una risposta, è possibile porre ulteriori domande per approfondire e ottenere una migliore comprensione dell'argomento. In alternativa, è possibile chiedere all'IA di riscrivere il testo in modo diverso, magari semplificandolo in modo che sia comprensibile anche a un bambino di 10 anni.

Le domande che poniamo all'IA sono comunemente chiamate "prompt".


Che cos’è un prompt?

Il prompt rappresenta l'insieme dei comandi testuali utilizzati da un utente per chiedere a un'IA di generare un testo o creare un'immagine specifica. È importante che il prompt includa tutte le caratteristiche necessarie per guidare l'IA nella produzione del contenuto desiderato, corrispondente all'immagine che l'utente ha nella propria mente.

I prompt sono come i nuovi codici universali che guideranno le IA in futuro, andando oltre ChatGpt. Ciò che rende affascinante questa prospettiva è che non richiede una preparazione particolare o lo studio di manuali voluminosi. Tutto ciò di cui si ha bisogno è una buona dose di immaginazione per creare prompt che permettano alle IA di generare contenuti coerenti con le nostre intenzioni.


Come è fatto un prompt?

Scrivere un prompt, in generale, significa formulare una domanda in modo discorsivo. Ad esempio, se siamo interessati alla tecnologia e all'ambiente, possiamo chiedere all'IA di rispondere a domande complesse come:

Ogni domanda può essere accompagnata da istruzioni relative al tono o allo stile che l'IA dovrebbe utilizzare, così come la lunghezza massima del testo desiderata. Ad esempio:

Ecco un esempio di risposta fornita da ChatGpt:

"Ciao! Ci sono molte strategie per motivare gli studenti a impegnarsi di più nella scuola. Innanzitutto, è importante creare un ambiente accogliente e positivo in classe. Inoltre, cercare di rendere le lezioni interessanti e coinvolgenti, ad esempio attraverso l'uso di attività pratiche e materiali didattici innovativi. Dare anche opportunità per la partecipazione attiva degli studenti, come discutere e condividere idee con i loro compagni di classe. Infine, sottolineare l'importanza dell'apprendimento e delle competenze acquisite, e come questi possono avere un impatto sulla loro vita futura."


In che lingua si può scrivere?

Si può scrivere in molte lingue diverse, inclusa l'italiano. Tuttavia, secondo quanto dichiarato da ChatGpt, i risultati migliori si ottengono scrivendo in inglese. Anche se si scrive in italiano, è comunque possibile ottenere risposte sorprendenti.

Nel caso in cui si scelga di scrivere in inglese, si ha la possibilità di chiedere a ChatGpt di tradurre l'ultima risposta fornita in italiano. In questo modo è possibile ottenere una traduzione dell'output iniziale per una migliore comprensione nella propria lingua.


Si può fare “copia e incolla”?

ChatGpt, al momento, non può sostituire completamente un essere umano. Presenta limiti evidenti, oltre a una creatività che, sebbene sorprendente, non è paragonabile a quella di una persona reale.

Le risposte di ChatGpt possono risultare banali e superficiali. Per ottenere il meglio da essa, è necessario formulare domande mirate, dettagliate e intrinsecamente fantasiose.

In generale, i testi generati da ChatGpt richiedono comunque un lavoro ulteriore, che consiste nel rielaborarli, modificarli, controllarli e perfezionarli.

Chi si aspetta una soluzione facile e immediata per compiti scolastici o problemi lavorativi potrebbe rimanere deluso.

Tuttavia, ChatGpt rimane uno strumento eccellente in grado di migliorare la nostra produttività, offrendo suggerimenti e prospettive che potremmo non aver considerato inizialmente.


Esiste un metodo per determinare se un testo è stato generato da un'intelligenza artificiale (IA)? 

Sì, tuttavia, attualmente questi metodi non sono molto affidabili. OpenAI ha sviluppato uno strumento chiamato Classifier che mira a identificare l'origine di un testo, ma la sua precisione è del 26%, quindi non è completamente affidabile. Un altro strumento chiamato GptZero promette di individuare i testi scritti da IA, ma i risultati ottenuti finora non sono sempre consistenti, come dimostrato dai test effettuati. Quindi, anche se ci sono strumenti disponibili, è importante considerare che la loro efficienza può variare e non sempre garantiscono una corretta identificazione dei testi generati da IA. 


ChatGpt e Bing sono la stessa cosa?

Nonostante entrambi i chatbot, ChatGpt e il nuovo Bing, utilizzino la stessa tecnologia di intelligenza artificiale generativa come base, non sono la stessa cosa. Questa differenza non riguarda solo l'accessibilità tramite diverse piattaforme.

Microsoft, che ha investito circa 10 miliardi di dollari in OpenAI, utilizza per Bing il modello di linguaggio Gpt 3.5, che è anche alla base di ChatGpt, sebbene alcune persone ipotizzino che possa essere più evoluto. Tuttavia, a differenza di ChatGpt, le risposte di Bing includono riferimenti, ossia note che indicano la fonte utilizzata dall'IA per formulare la risposta.

Va sottolineato che la presenza di riferimenti non implica necessariamente che le risposte di Bing siano più accurate. Anche il motore di ricerca di Microsoft ha commesso errori evidenti nelle prime settimane in cui è stato reso accessibile al pubblico.

Sviluppi futuri

Se capisco bene, anche se continuo a provare varie cose (ad esempio https://you.com/), i due principali strumenti AI dovrebbero essere disponibili presto, ma non si sa quando.

Bard di Google è già accessibile dall'Italia con l'espediente di usare la VPN, ma non capisce l'italiano. Si attende quindi la versione italiana.

Copilot di Windows, che consentirà l'integrazione di AI nelle principali applicazioni di Windows, è annunciato come in arrivo "nei prossimi mesi".

Quindi due cose interessanti con funzionalità che oggi cercano di imitare applicazioni che probabilmente avranno un futuro incerto rispetto ai prodotti dei due colossi.

App e siti di AI

Ad oggi ho provato varie risorse (app per tablet e cellulare e relativi siti per PC). Al momento ho accesso da tutti i miei dispositivi a questi sistemi: (tutti in versione gratuita) ChatGPT, Chatsonic, Bing e Aria.

Li ho scelti come più adatti dopo aver sperimentato anche Bard (non ufficialmente lanciato in italia, ma utilizzabile al momento con VPN), Perplexiy, Merlin (l'ho cancellato perché ha una prova gratuita troppo limitata), Rytr e Vicuna.


Come ho già scritto, ChatGPT non dà un risultato sempre soddisfacente, così come Bard, Bing e Perplexity danno risultati non aggiornati.

Chatsonic risponde correttamente ma in inglese (ma di solito risponde in italiano!?) e ha un accesso gratuito limitato.

Bing risponde in modo aggiornato, indicando anche le fonti.

Solo sul pul pc uso anche Monica, un’estensione di Chrome che utilizza l’API ChatGPT con funzioni di assistente personale AI. Ho però disdetto l'abbonamento il giorno dopo l'iscrizione.

Aria funziona all'interno del browser Opera.


Vorrei ora provare ad abbonarmi, per un breve periodo, ad un servizio a pagamento, per ottenere prestazioni migliori.

Sto valutando tra questi:

Chatsonic (33 dollari /mese!)

Wordtune (10 dollari al mese)

Al Mail Assistant (prova gratuita)

Chat Gpt for Google (gratis?)

ChatGPT prompt Genius (gratis)

ChatGPT a pagamento

Avevo dei dubbi sulla convenienza di spendere 20 dollari al mese per l'abbonamento a ChatGpt Plus, dal momento che durante i miei precedenti mesi di utilizzo (che coincidono con un periodo di malattia e terapie di cui 30 giorni in ospedale), la versione gratuita mi sembrava adeguata per i miei bisogni.

Non essendo un programmatore, vedo possibile utilizzare l'intelligenza artificiale prevalentemente per lavorare su testi.

Recentemente, ChatGpt Plus ha però introdotto la possibilità per i suoi abbonati di accedere alle versioni beta che includono funzionalità di navigazione web e l'integrazione di alcuni plugin. Queste novità hanno risvegliato la mia curiosità e mi hanno spinto a investire nell'upgrade del mio account ChatGpt personale.

Allo stato attuale, le funzioni di navigazione web sono ancora piuttosto lente nel caricamento e, in alcuni casi, le risposte contengono ancora informazioni inesatte.

Attivare la versione di ChatGpt con la navigazione web richiede solo un paio di passaggi. Si inizia accedendo al proprio account su OpenAi (a pagamento) o creandone uno nuovo .

Successivamente si visita chat.openai.com per entrare in ChatGpt. Nell'angolo in basso a sinistra, occorre cliccare sui tre puntini vicino al proprio indirizzo email, selezionare Impostazioni e Funzioni beta. Occorre poi assicurarsi che l'interruttore accanto a Navigazione Web sia verde e spostato sulla destra.

Infine, tornando alla pagina principale di ChatGpt, ai avvia una nuova finestra di chat e si clicca sull'opzione Gpt-4 in alto sullo schermo. Passanso il cursore su "Gpt-4" e selezionando Navigazione si permette al chatbot di cercare su internet le risposte alle domande formulate (OpenAi limita il numero di richieste giornaliere che includono la navigazione sul web).

Prima di iniziare, è fondamentale comprendere la differenza tra i nuovi plugin e la versione beta della navigazione web di ChatGpt. I plugin sono più specifici rispetto alla funzione di navigazione su internet. Ad esempio, con i primi si potrebbe teoricamente fare la spesa online o prenotare un volo. Proseguirò con gli esperimenti e leggerò con piacere chi ha altre esperienze da raccontare.

Un invito

Mi piacerebbe avere un'app (a cui mi abbonerei volentieri) che fosse in grado di integrare le sue funzioni AI in mail (Gmail) e gestire il calendario. Sarebbe inoltre utile se fosse in grado di riassumere il contenuto di file, fornendo ad essi il pdf o il link.

C'è qualcuno che ha gia iniziato a usare sistematicamente un sistema di AI di questo genere (o almeno a studiarlo?) e ha qualche consiglio?

Principali applicazioni gratuite di intelligenza artificiale:

Bard

https://bard.google.com/?hl=it

ChatGPT3

https://chat.openai.com/?model=text-davinci-002-render-sha

Anthropic claude

https://claude.ai/chats

Bing

https://www.bing.com/search?q=Bing+AI&showconv=1&FORM=hpcodx

Poe

https://poe.com/

Perplexity

https://www.perplexity.ai/

PDF AI (prova gratuita)

https://pdf.ai/

QUALCHE CORSO CHE HO FREQUENTATO